TERME SLOVENE , TERME UNGHERESI E BUDAPEST DAL 06 AL 20 AGOSTO 2016

Rino autista, Lorenzo quasi navigatore e Cristina con  i ns. amici compagni da sempre di viaggi in camper Giuliano e Carmela.

06.08 Partenza ore 18.30. Tutta autostrada. Notte nel parcheggio seggiovia a Tarvisio.

07.08 Partenza ore 9. Vignetta slovena € 15. Ore 11 arriviamo al lago di Bled, dove c’è un sole bellissimo ma anche moltissima gente. Al campeggio sul lago non c’è posto (ci dicono che dovevamo prenotare) per cui torniamo indietro circa km. 3 e ci fermiamo al camping SOBEC. E’ un bel campeggio con un grande laghetto naturale che funge da piscina. Ci sono molto sport acquatici (canoa, palle piene d’acqua, i gonfiabili), il mini golf, la fune che attraversa tutto il laghetto. E’ grande e pianeggiante con un bel prato attorno al lago, manca però un collegamento con Bled. (non c’è servizio bus).

08.08 Partenza ore 10. Parcheggiamo sul lago di Bled e ci godiamo questa splendida giornata di sole con una lunga passeggiata lungo la riva. Affittiamo anche una barchetta a remi e arriviamo all’isola in centro dove sorge una piccola chiesetta. Bello. Ripartiamo alle 15.30 e alle 17.30 arriviamo alle terme di Ptuj. Nel costo del campeggio è compreso anche l’ingresso alle terme per cui subito entriamo per un bagno ristoratore.

09.08 Giornata di sole in piscina. Il complesso è grande e consta di numerose vasche. C’è anche un complesso di scivoli dove Lorenzo si diverte moltissimo (…ma anche Rino). Alla sera visitiamo il paese. La Drava è veramente maestosa e bellissima vista dalla sommità del castello che domina il piccolo paese. Durante la notte il tempo cambia.

10.08 Stamattina è nuvoloso, ma dato che l’ingresso è compreso anche per il giorno di partenza , andiamo alle terme per l’ultima nuotata. C’è un grande padiglione coperto con idromassaggio e scivoli  e ci divertiamo lo stesso. Alle 12 inizia a diluviare. Partiamo ed entriamo in Ungheria e alle 17 siamo al Camping Castrum a Heviz.   E’ un piccolo campeggio vicino al lago termale. E’ veramente bello. E’ attraversato da un canale che sfocia dal lago per cui è acqua calda e pieno di ninfee e anche di pesci. Ogni piazzola è delimitata da una siepe e il tutto è sotto grandi alberi. Facciamo un giro per il paese (piove ancora). Alla sera ceniamo nel bel ristorantino del campeggio .

11.08 Non piove più, ma la temperatura è calata. Visitiamo il paese che ha un lungo viale che conduce dalle terme al centro, pieno di aiuole fiorite e grandi alberi. Anche il paese è piccolo ma carino. Al primo pomeriggio entriamo nel grande complesso termale  Ci spiegano che è consigliato restare non più di 3 ore e i bagni dovrebbero durare ½ ora poi si esce altra ½ ora e via così, perché l’acqua è molto curativa ma anche leggermente radioattiva. Ci consegnano un braccialetto a tempo che indica appunto quando scadono le 3 ore.  Il lago è veramente unico. E’ grandissimo, pieno di ninfee, l’acqua in alcuni punti è più calda. Ci sono anche pontili di legno per appoggiarsi e riposare. A noi è piaciuto moltissimo. Al pomeriggio è uscito anche il sole.

12.08 Notte limpida ma fresca. Partiamo alle 10  alla volta del lago Balaton. E’ un lago molto grande ma gli argini sono quasi sempre coperti da canneti. Troviamo un prato per fermarci e passeggiare un po’. Pranziamo sulla riva. Vignetta ungherese fiorini 1200. Ripartiamo per Budapest. Attraversiamo tutto il centro con il camper e alle 17 arriviamo al campeggio Arena. E’ un piccolo campeggio di città, pulito e sovraffollato da italiani e olandesi. Il ragazzo parla un po’ di italiano. Fa praticamente entrare tutti e fa parcheggiare uno davanti all’altro.  Partiamo per un giro serale a Budapest. Si prende prima un bus fino alla metro che poi porta al centro. (circa 25 minuti). Andiamo al famoso ponte delle Catene per ammirare sull’altra sponda il castello tutto illuminato. Ci sono in giro per la città anche maxi schermi che trasmettono le olimpiadi in diretta e tanti giovani e bar all’aperto. Budapest è piena di turisti, moltissimi sono gli italiani.

13.08 Visitiamo Budapest. La metro è comoda e facile da utilizzare. Prendiamo il biglietto cumulativo per 2 giorni x 5 persone fiorini 3300 che permette di utilizzare il metro e i bus. Visitiamo il castello, il bastione dei Pescatori, la chiesa di Mattia (veramente bella) e la cittadella antica. Scendiamo verso il ponte delle Catene, visitiamo la basilica di S. Stefano, il Parlamento. Ci riposiamo con un giro in battello lungo il Danubio.

14.08 Siamo di nuovo in centro per visitare la Sinagoga (bellissima), la piazza degli Eroi, la tomba del milite ignoto e il centro e al pomeriggio facciamo una lunga passeggiata sull’isola Margherita, bellissimo parco cittadino. Budapest è una bella città, pulita e ordinata, facile da girare.

15.08 Ripartiamo per il rientro. Alle 13 siamo al camping Termal Balatontourist di Zalakaros. E’ un piccolo camping, tutto sotto grandi alberi, pulito.  Anche qui c’è un grande complesso termale, forse meno conosciuto perché ci sono solo ungheresi, qualche tedesco e noi unici italiani.  Entriamo subito alle terme. Il parco è immenso, ci sono tantissime vasche con vari tipi di acqua. Alcune vasche sono chiaramente riservate a trattamenti. C’è anche una piscina olimpionica con acqua normale per nuotare.  C’è un complesso scivoli enorme. 2 padiglioni coperti, uno dedicato ai bambini con tantissimi giochi d’acqua. Ci rilassiamo nella prima vasca che troviamo, mentre Lorenzo e Rino corrono agli scivoli. Purtroppo però dopo un po’ inizia un temporale che ci costringe, prima a fermarci sotto un bar ( ce ne sono tantissimi con molte specialità) e poi tornare in campeggio.

16.08  Relax alle terme.

17.08 E’ ora di ripartire  Ci dirigiamo verso l’Austria. Alla dogana ci fermano per la prima volta. Vignetta Austria € 8.80. Al pomeriggio ci fermiamo al campeggio Weisses Rossl sul lago di Worthersee.

18.08 Una lunga passeggiata lungo il lago ci porta a Velden. Bella cittadina. E’ molto caldo.

20.08 Dopo un’altra sosta per visitare Maria Worth, che merita soprattutto per la chiesetta con bellissima vista sul lago, ci dirigiamo decisamente verso l’Italia, non prima di fermarci anche a Villach. Dormiamo di nuovo nel parcheggio di Tarvisio dell’andata.

21.08 Riprendiamo l’autostrada e alle 13 siamo a casa.

 

Le terme sono belle. Sono dei complessi molto grandi, in parte coperte e in parte esterne, molto ben organizzate. Ci sono lettini, ombrelloni e bar per tutti i gusti. Sono pulite e l’acqua tiepida ( ma a volte decisamente calda) è molto invitante. Nelle vasche ci sono sempre giochi d’acqua, idromassaggi etc.

A noi ha colpito molto il lago termale di Heviz.  Questo grande lago naturale in mezzo al bosco è decisamente unico.

 

I campeggi sono sempre puliti, abbiamo trovato sempre acqua calda, doccie grandi e strutture nuove.

Budapest è una bella città, pulita e ben organizzata. Moltissimi parlano inglese e tanti anche italiano.  Noi abbiamo trovato sempre bel tempo.

Ci siamo fermati anche a visitare il lago Worthersee in Austria perché la prima volta (tanti anni fa) avevamo preso 5 gg. sempre d’acqua, ma con il sole è uno spettacolo.

Cambio: € 1 – fiorini 300

 

Clicca per vedere diario e foto


Copyright © 2016 CAMPING CLUB PICCOLE DOLOMITI - P.IVA 94008380241 - Tutti i diritti riservati.